Frode Xylella: ecco gli attesi avvisi di garanzia

Home/Xylella report/Frode Xylella: ecco gli attesi avvisi di garanzia

Frode Xylella: ecco gli attesi avvisi di garanzia

Diffusione di fitopatologia, falso ideologico, violazioni colpose e dolose delle disposizioni ambientali, deturpamento di bellezze naturali, turbativa violenta del possesso di cose immobili. Queste le ipotesi di reato individuate dalle magistrate Elsa Valeria Mignone e Roberta Licci della Procura di Lecce che hanno appena concluso le indagini sulla “frode xylella”.

In questo momento stanno ricevendo gli avvisi di garanzia:

 

Tutto ciò che è riportato e provato dal libro Xylella Report, per la cui redazione ci si è basati su documenti ufficiali, viene confermato dalle indagini della Procura di Lecce che, non a caso, aveva acquisito agli atti sin dal principio la nostra inchiesta giornalistica:

non c’è prova che la Xylella fastidiosa sia stata importata dal Costarica;

non c’è prova che sradicare gli ulivi blocchi la diffusione di fenomeni di disseccamento (è anzi vero il contrario);

manca ogni prova di patogenicità;

è invece provato che l’uso massiccio di pesticidi provoca gravi problemi alla salute pubblica.

Le dottoresse Mignone e Licci hanno posto la loro attenzione sui campi di sperimentazione della lebbra dell’ulivo: gli stessi dove si è poi diffusa la Xylella (CLICCA QUI PER NOSTRA INCHIESTA ESCLUSIVA SULLO “STRANO CASO DELLA LEBBRA DELL’ULIVO).

 

Il procuratore capo Cataldo Motta ha anche firmato un decreto di sequestro preventivo.

La conferenza stampa domani in Procura alle ore 10:45.

By | 2016-01-07T12:45:40+00:00 dicembre 18th, 2015|Xylella report|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment